italiano | english
trasformatori elettrici costruzione conto terzi costruzione trasformatori elettrici monofase trifase
trasformatori sicurezza motore avviamento
Chi siamo  
   
Prodotti:  
- trasformatori monofase
- autotrasformatori monofase
- trasformatori trifase
- autotrasformatori trifase
- reattanze trifase
- cassette protezione  
- download catalogo pdf  
   
Informazioni:  
- tecniche
- applicazione fusibile
- sovratemperatura
- simboli e terminologia
- gruppi di collegamento
 
   
Dove siamo  
Contattaci  
   
Home page  

informazioni tecniche
 


Al fine di una corretta identificazione del prodotto si riportano di seguito le definizioni presenti sulle Normative EN 60742 e IEC 989:

TRASFORMATORE:
apparecchio ad induzione elettromagnetica composto da due o pi� avvolgenti destinato a trasformare un sistema di tensione (correnti alternative) in altro medesimo sistema generale di valori differenti e ad alla stessa frequenza al fine della potenza elettrica.
a) di ISOLAMENTO: trasformatore con una separazione di protezione tra avvolgenti di entrata e uscita
b) di SICUREZZA: trasformatore di isolamento destinato ad alimentare circuiti di bassissima tensione di sicurezza.

AUTOTRASFORMATORE:
particolare esecuzione di trasformatore nel quale gli avvolgimenti non sono separati galvanicamente ma unico avvolgimento presente, con le opportune prese, svolge la duplice funzione di avvolgimento primario e secondario.

INDUTTANZA:
componente utilizzato sulle linee elettriche per variare le caratteristiche relative al fattore di potenza e ondulazione.

REATTANZA:
elemento avvolto che inserito sulla linea elettrica provoca variazioni di tensioni e correnti programmate a causa della sua componente relativa cioè genera effetti elettrici non in fase con quelli di ingresso.

IMPEDENZA:
componente da inserire in serie alla linea elettrica per ottenere un carico complessivo pi� equilibrato compensando inoltre eventuali ed eccessivi effetti capacitivi nella linea.

BASSISSIMA TENSIONE DI SICUREZZA:
tensione non superiore a 50V, valore efficace in corrente alternata, o 120V in corrente continua piatta fra conduttori o fra un conduttore qualunque e la terra separato dalla rete di alimentazione tramite un trasformatore di sicurezza.

POTENZA NOMINALE:
� il prodotto della tensione secondaria nominale per la corrente secondaria nominale o, nel caso di trasformatori polifase:

dove: n= numero delle fasi, V2= tensione secondaria nominale, I2= corrente secondaria nominale.
Se il trasformatore ha pi� di un avvolgimento secondario, o � a prese multiple, la potenza nominale � la somma dei prodotti della tensione nominale per la corrente secondaria nominale dei circuiti che possono essere caricati contemporaneamente.

POTENZA A VUOTO:
� la potenza assorbita dal trasformatore funzionale a vuoto e alimentato alla tensione primaria nominale e alla frequenza nominale.

TENSIONE PRIMARIA NOMINALE:
� la tensione di alimentazione assegnata al trasformatore per il suo funzionamento specifico.

GAMMA DI TENSIONI NOMINALI PRIMARIE:
� la gamma di tensioni primarie assegnate al trasformatore espressa dai suoi limiti inferiori e superiori a 230 - 400 Vac.

TENSIONE SECONDARIA NOMINALE:
� la tensione secondaria assegnata al trasformatore quando � alimentato alla tensione primaria nominale, alla frequenza nominale, con la corrente secondaria nominale ed il fattore di potenza nominale. (tale valore risulta inferiore alla tensione misurabile senza il carico nominale applicato).
Questa variazione di tensione � diretta proporzione con l'impedenza del trasformatore e le caratteristiche del carico alimentato.

TENSIONE SECONDARIA A VUOTO: tensione secondaria del trasformatore funzionale a vuoto, alla tensione primaria nominale e alla frequenza nominale.

TENSIONE DI CORTOCIRCUITO:
� la tensione che bisogna applicare all'avvolgimento primario affinché l'avvolgimento secondario, collegato in cortocircuito, sia percorso da una corrente uguale alla corrente secondaria nominale, con gli avvolgimenti a temperatura ambiente. La tensione di cortocircuito � generalmente espressa in percento della tensione primaria nominale.

TENSIONE SECONDARIA NOMINALE:
� la corrente secondaria, con tensione primaria nominale e con frequenza nominale, assegnata dal costruttore al trasportatore per il suo funzionamento specifico. Se la corrente secondaria nominale non � specificata, essa pu� essere dedotta dalla potenza nominale e dalla tensione secondaria nominale.


TRASFORMATORE TIPO e CLASSE di ISOLAMENTO

FONDAMENTALE: � l'isolamento delle parti in tensione per assicurare la protezione fondamentale contro i contatti diretti e indiretti.

SUPPLEMENTARE:
� un isolamento indipendente previsto in aggiunta all'isolamento fondamentale, allo scopo di assicurare la protezione contro i contatti diretti e indiretti nel caso di guasto dell'isolamento fondamentale.
a) DOPPIO:
� un isolamento comprendente sia l'isolamento fondamentale sia l'isolamento supplementare
b) RINFORZATO:
� un (sistema unico di isolamento) delle parti in tensione tale da assicurare un grado di protezione contro i contatti diretti e indiretti equivalente ad un doppio isolamento.

DI CLASSE 1:
trasformatore nel quale la protezione contro i contatti diretti e indiretti non si basa unicamente sull'isolamento fondamentale, ma anche una misura di sicurezza collegando tutte le parti conduttrici accessibili a terra tramite un apposito morsetto.

DI CLASSE 2:
trasformatore nel quale la protezione contro i contatti diretti e indiretti non si basa unicamente sull'isolamento fondamentale, ma anche su misure di sicurezza supplementari costruite dal doppio isolamento o dall'isolamento rinforzato.
Queste misure non prevedono la messa a terra e non dipendono dal tipo di installazione.

DI CLASSE 3:
trasformatore nel quale la protezione contro i contatti diretti e indiretti si basa sull'alimentazione e bassissima tensione di sicurezza e non si generano tensioni superiori a queste.

RESISTENTE AL CORTO CIRCUITO PER COSTRUZIONE:
trasformatore nel quale la sovratemperatura non supera i limiti specifici quando � sovraccaricato o cortocircuitato e dopo la rimozione del sovraccarico o del cortocircuito, continua a funzionare regolarmente.

RESISTENTE AL CORTO CIRCUITO PER COSTRUZIONE:
trasformatore resistente al cortocircuito munito di dispositivo di protezione che apre il circuito primario o secondario o ne riduce la corrente "circolare"; la rimozione del sovraccarico o del cortocircuito, permette il ripristino del normale funzionamento.

TRASPORTI A PROVA DI GUASTO:
trasformatore che a seguito di un uso anormale non � pi� in grado di funzionare ma non presenta alcun pericolo per l'utilizzatore e per le parti adiacenti.

CLASSE DI ISOLAMENTO TERMICO:
� la resistenza dello smalto degli avvolgimenti alle sovratemperatura che si generano durante il normale funzionamento.



Brioschi milano cinisello balsamo